MENU

Kongo, immagini lungo il fiume: fotografie al Museo di Antropologia

Kongo, immagini lungo il fiume: fotografie al Museo di Antropologia

Dal 29 giugno al 31 agosto il Museo di Antropologia ospita, sugli schermi digitali del percorso espositivo, una selezione di foto di Pierangelo Marella realizzate durante i viaggi lungo il fiume Congo, alla ricerca della bellezza insita nella vita quotidiana che lì si svolge.

La voglia di comunicare un luogo e un viaggio nasce dalla mia necessità di osservare come si vive in situazioni apparentemente così lontane e diverse dalle nostre e scoprire che la normalità e la quotidianità è ovunque vissuta con gioia e voglia di vivere. Scoprire che non serve 'AVERE' per essere felici...OVUNQUE HO TROVATO NEI MIEI CONFRONTI GIOIA, INTERESSE, CURIOSITà e ospitalità.

Con queste parole Pierangelo Marella, agricoltore, esploratore e fotografo ci introduce la carrellata fotografica di immagini realizzate lungo il fiume Congo, scoprendo che esso è luogo di vita, caratterizzato da felicità e infelicità.

Le immagini sviluppano anche la convivenza di Marella con famiglie che si alimentano con ciò che offre loro il territorio, fino a che la salute li assiste. 

Tutte le fotografie mostrano la vita reale, senza calcare la mano, come spesso accade ai reporter professionisti, su situazioni di povertà, difficoltà e ingiustizia, che pur sono presenti, e scegliendo, invece, di ritrarre volti e momenti quotidiani della vita sul fiume.

E il fiume si naviga su grandissime chiatte a più piani, legate tra loro e spinte da un rimorchiatore. È una sorta di villaggio galleggiante che trasporta anche 400 tra adulti e bambini che viaggiano e dormono tra tronchi di alberi, animali, automobili, frutta e granaglie e che si ferma, anche per giorni, in ogni villaggio o città che incontra nel percorso.

La sequenza fotografica segue le acque che dal vulcano Nyiragongo, ai confini con il Rwanda, scendono nel lago Kiwu e poi verso il grande lago Tanganyika, quasi un mare, da dove il fiume arriva a Kisangani, passando per zone abitate da numerose etnie, e attraversando zone montane caratterizzate da conflitti per il controllo delle risorse, che spesso sfociano in violenti conflitti etnici. Da Kisangani inizia la navigazione del fiume Congo.

L’arrivo è il luogo in cui sorgono due città, Kinshasa e Brazzaville, che sono le capitali dei due stati confinanti che prendono il nome dal fiume: Repubblica democratica del Congo e Repubblica del Congo.

 

Locandina

31 Maggio 2022

 

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni