Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo

Arte e scienza, le opere d'arte viste dal naturalista

Fontana del Porcellino, dettaglio

Il personale del Museo di Storia Naturale – in particolare quello afferente a Zoologia, Botanica e Orto Botanico – è stato coinvolto in numerose occasioni in analisi naturalistiche applicate ai beni culturali. Gli studi, generalmente commissionati da singoli storici dell’arte o musei artistici o altre figure istituzionali, hanno avuto l’obiettivo di fornire agli studiosi e agli utenti uno sguardo inusuale sui soggetti rappresentati in un’opera d’arte. In alcuni casi si tratta di dare un nome a soggetti evidenti nell’opera, in altri casi si notano particolari - una piccola pianta, un insetto, un paesaggio peculiare - che possono sfuggire al visitatore disattento.
Tra gli studi realizzati, ricordiamo: la ricerca sulla base in bronzo del Porcellino di Pietro Tacca (1612) conservata nel Museo Bardini di Firenze; quella su uno degli arazzi della serie ‘Storie di Giuseppe ebreo’ (XVI sec.), fatto realizzare da Cosimo I dei Medici e conservato al Quirinale a Roma; le analisi su diversi dipinti, tra cui un paliotto d’altare di Guido da Siena che si trova alla Pinacoteca Nazionale di Siena, una natività di Filippo Lippi del Museo Civico di Prato e, sempre in questa città, sugli affreschi della Cappella della Cintola di Agnolo Gaddi.

La natura a Palazzo Vecchio
Lo studio più recente ha riguardato l’identificazione di piante, animali e paesaggi nelle sale affrescate di Palazzo Vecchio a Firenze. Con il contributo dell’azienda Aboca e con la collaborazione di altri colleghi, è stata realizzata una guida naturalistica del Palazzo, affinché i visitatori, grazie all’identificazione degli elementi naturali, possano apprezzarne l’importanza e il significato, nonché notare particolari inusuali.

Arte/scienza
Il rapporto Arte/Scienza, così significativo soprattutto in passato, ha bisogno di continui confronti tra esperti delle diverse discipline e il Museo di Storia Naturale costituisce l’interlocutore privilegiato da parte degli storici dell’arte per la realizzazione di ricerche complete.


Referenti MSN: Chiara Nepi, Marina Clauser, Gianna Innocenti, Simone Cianfanelli

 
ultimo aggiornamento: 18-Lug-2018
Unifi Home Page

Inizio pagina