Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo
Cere di anatomia comparata

Cere di anatomia comparata

Intorno alla fine degli anni '80 del Settecento iniziò la preparazione di modelli in cera di anatomia animale a opera di Clemente Susini (1754-1814), il più famoso ceroplasta della scuola fiorentina.

È però con Luigi Calamai ed Egisto Tortori, gli ultimi due modellatori dell'officina di ceroplastica a Firenze, che la collezione raggiunse il culmine del suo sviluppo.

Sono presenti modelli di animali vertebrati e invertebrati, ricordando che nella seconda categoria del regno animale sta il 97% delle specie conosciute, sebbene sia un gruppo meno noto rispetto ai vertebrati quali Pesci, Anfibi, Rettili, Uccelli e Mammiferi.

Le opere sono conservate in 65 teche contenenti da uno a più pezzi ciascuna. L'animale è raffigurato dissezionato o intero – è il caso della Testuggine di Hermann, dove sono mostrati i muscoli degli arti, gli apparati digerente, circolatorio e quello genitale femminile. Altri modelli scompongono invece l'animale nelle sue parti anatomiche – è il caso di una gallina, della quale sono mostrati i polmoni, l'ovaia e l'ovidutto dilatato con un uovo prossimo a essere deposto.

Molti modelli sono a grandezza naturale, mentre altri sono ingranditi - come le radule dei molluschi e l'anatomia del baco da seta.

Referente della collezione Claudia Corti

 
Unifi Home Page

Inizio pagina